Caldaie nuova normativa etichetta energetica


Nuovi regolamenti Ue che introducono importanti novità per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento delle abitazioni

Caldaie nuova normativa etichetta energeticaI nuovi regolamenti sulle etichette energetiche sono stati resi operativi dal 26 settembre 2015, con modalità e tempi uguali in tutti gli Stati dell’Unione Europea.

Etichetta energetica novità

La nuova etichetta energetica riguarda una serie di prodotti. Tra questi segnaliamo alcuni dei più comuni, come ad esempio:

  • i sistemi di riscaldamento degli ambienti
  • i sistemi di produzione di acqua calda sanitaria
  • i bollitori fino a 500 litri

La normativa spinge pertanto verso una maggiore adozione di sistemi ibridi, di caldaie a condensazione, di pompe di calore, tutti prodotti in grado di assicurare una maggiore efficienza energetica.

Caldaie-etichetta-energetica

Il regolamento Ue è valido per tutti quei prodotti che sono stati immessi sul mercato a partire dalla data del 26 settembre 2015.

In pratica questo significa che i rivenditori potranno continuare a vendere, ad esempio, caldaie non a condensazione ma a condizione che la loro data di produzione risulti antecedente il 26 settembre 2015.


Un obbligo che dunque coinvolge sia produttori che rivenditori.

Per quanto riguarda i cittadini, chi dovrà installare una caldaia nella propria abitazione, potrà acquistare soltanto modelli a condensazione.

Ciò dunque non significa che si dovrà procedere alla sostituzione della caldaia di casa non a condensazione.

Nuova Etichetta energetica Caldaie: vantaggi

caldaia

La nuova etichetta energetica riporta in modo trasparente e chiaro, l’indicazione delle prestazioni dell’apparecchio (classe energetica, potenza massima, livello potenza sonora).

Deve essere visibile su ogni prodotto, anche sui portali web, sui materiali promozionali e le offerte.

Ricordiamo che secondo i tecnici specializzati, sostituendo la vecchia caldaia con una nuova a condensazione, è possibile ottenere risparmi energetici fino al 30% e in più contribuire a salvaguardare l’ambiente.

Continua: Caldaia a condensazione funzionamento





Lascia una risposta